La raggiante Catania è una città-dedalo in cui, dietro ad ogni angolo, scopri un pezzo della sua storia millenaria, una città fatta di suoni, di odori, di colori, dove tutto è vivace, dove tutto è esaltato. E bisogna vederla così la città, andando ad alzarle la veste… Quella è l’emozione! Bisogna arrivare in punta di piedi, solo per prendersi l’emozione di arrivare e poi lasciarsi sedurre.

Catania è certamente celebre per le sue magnifiche architetture barocche, che si ammirano facilmente passeggiando per il centro storico ma non solo… C’è una parte meno nota, più invisibile, più segreta, più sotterranea che è lì che attende di essere scoperta!

I luoghi da non perdere

Se visiti la città per la prima volta, ci sono alcuni luoghi iconici che non puoi assolutamente perdere.

Il cuore pulsante di Catania è Piazza del Duomo, dove si trovano alcuni dei monumenti più rappresentativi della città, come la Cattedrale di Sant’Agata, dedicata alla santa patrona, e la Fontana dell’Elefante, nota localmente come “u liotru”. Via Etnea è ideale per una passeggiata tra negozi, caffè e storici palazzi, con il panorama del vulcano Etna sempre in vista.

Tra le testimonianze dell’antica Catania romana, il Teatro Romano e l’Odeon, adiacenti tra loro, risalgono al II secolo e offrono uno spaccato della vita culturale dell’epoca. Il Castello Ursino, costruito nel XIII secolo da Federico II di Svevia, è una delle poche strutture medievali sopravvissute alle eruzioni dell’Etna e ai terremoti, e oggi ospita il Museo Civico con una ricca collezione di reperti archeologici e opere d’arte.

Un’esperienza unica è la Pescheria, il vivace mercato del pesce di Catania, che offre un’immersione nei suoni, colori e odori della vita quotidiana catanese. Il Giardino Bellini link, chiamato dai catanesi “Villa Bellini”, è il parco pubblico più antico della città, un’oasi di verde dove rilassarsi lontano dai rumori urbani.

Palazzo Biscari, costruito nel XVIII secolo è uno degli edifici barocchi più belli di Catania e si può esplorare con visite guidate che rivelano le sue magnifiche sale decorate, tra cui una spettacolare sala da ballo. Via Crociferi è la strada più barocca della città, con ben sei chiese da ammirare. Il Teatro Massimo Bellini rinomato per la sua acustica perfetta e architettura memorabile, merita una visita sia per assistere a uno spettacolo sia per le visite guidate che ne raccontano la storia.

La bellissima Piazza Duomo, con “U Liottru” e la Cattedrale
La bellissima Piazza Duomo, con “U Liottru” e la Cattedrale

Per chi vuole andare più in profondità

Oltre ai grandi classici, Catania offre molte altre esperienze interessanti. Il Monastero dei Benedettini di San Nicolò l’Arena è uno dei complessi monastici più grandi d’Europa e un capolavoro barocco che oggi ospita parte dell’Università di Catania. Le visite guidate del Monastero dei Benedettini permettono di esplorare i chiostri, le antiche cucine e le cantine sotterranee, e salire sui tetti della vicina chiesa di San Nicolò.

Nella città, esistono poi tante città sotterraneefrutto di una stratificazione storica che ha portato ad edificare la città settecentesca sulle antiche vestigia greche e romane. Come una Fenice, risorta dalle sue ceneri per ben sette volte (non a caso, sulla Porta Ferdinadea, poi rinominata “Porta Garibaldi, ma per in catanesi sempre “U Futtinu”, campeggia la scritta “Melior de Cinere Surgo”)Catania racchiude in sé, nel sottosuolo, il suo passato. Un passato sopravvissuto a guerre, terremoti, eruzioni e che continua a vivere sotto sotto le “basole”, il lastricato di pietra lavica. Se volete andare alla scoperta della città nascosta, della Catania Sotterranea, diverse associazioni organizzano itinerari personalizzati, con guide specializzate che ti faranno vivere il fascino di una storia millenaria che continua a vivere sotto i nostri piedi, nascosta ai nostri occhi.

I quartieri di San Berillo e della Civita offrono un’affascinante scoperta grazie alla loro street art e ai progetti di recupero dell’Associazione Trame di Quartiere. Passeggiare senza meta in questi quartieri permette di scoprire angoli nascosti e inaspettati di Catania.

Il quartiere di San Berillo Vecchio
Il quartiere di San Berillo Vecchio

Il Museo di Zoologia, poco conosciuto anche dai catanesi, è un’interessante tappa per gli amanti della natura, situato in via Lago di Nicito e gestito dall’Università di Catania.

L’Orto Botanico, fondato nel 1858, ospita una vasta collezione di piante mediterranee e tropicali, offrendo un’esperienza di tranquillità e bellezza naturale, con la possibilità di visite guidate, anche in notturna. Villa Cerami, sede della facoltà di Giurisprudenza, è un altro esempio di architettura barocca che merita una visita durante una passeggiata in via Crociferi.

Nei pressi del Castello Ursino, in via Reitano 55 ha sede “La Marionettistica dei Fratelli Napoli”, una bottega artigianale decida alla creazione dei Pupi Siciliani. Da generazioni, questa bottega tramanda i “saperi della mano” e le tecniche artigianali necessarie per creare gli oggetti legati alla tradizione dell’Opera dei Pupi catanesi, proclamata dall’UNESCO Capolavoro del patrimonio orale e immateriale dell’umanità nel 2001. È possibile visitarla prenotandosi e quando possibile riuscire a vedere un loro spettacolo è un evento molto emozionante.

La Casa Museo Giovanni Verga, situata nella casa natale del famoso scrittore catanese, padre del Verismo, offre un tuffo nella vita e nell’immaginario della Sicilia ottocentesca. Il Museo Vincenzo Bellini, ospitato nel settecentesco Palazzo Gravina Cruyllas, è dedicato alla vita e all’opera del celebre compositore catanese, con una ricca collezione di cimeli e un allestimento multimediale che approfondisce la sua storia.

Infine, il Museo del Cinema di Catania, situato nel “Centro Fieristico-Culturale Le Ciminiere“, celebra la relazione tra Catania e il cinema, ricordando l’importanza della città nella produzione cinematografica dei primi del Novecento. Il museo è aperto dal martedì alla domenica e offre un affascinante viaggio attraverso la storia del cinema in Sicilia.

Pausa “Mandarino-Limone” alla Pescheria!
Pausa “Mandarino-Limone” alla Pescheria!

Una città da scoprire

Con la sua immensa storia, le sue infinite tradizioni, la sua ragnatela di culture, l’anima mediterranea di Catania ti affascinerà e ti sorprenderà. La città ideale per un corso di italiano in Sicilia, una città reale, vera, autentica, lontana dall’essere una “trappola per turisti”, che non mancherà di incantarti!

× Whatsapp